What users and librarians want

What users and librarians want

Prendendo come riferimento l’ultima ricerca condotta nel 2008 da OCLC curata da Karen Calhoun, Vice Presidente di WorldCat e pubblicata nel report del 2009, relativa alle richieste e alle aspettative da parte di utenti e bibliotecari rispetto a ciò che essi desidererebbero dal catalogo di una biblioteca, (Online Catalogs: what users and librarians want) abbiamo svolto un’analisi sui cataloghi delle nostre biblioteche locali, evidenziandone punti di forza ed elementi di debolezza. Il lavoro di ricerca vuole essere un tentativo di valutazione della realtà bibliotecaria locale rispetto all’evoluzione dei cataloghi online, ponendo particolare attenzione non solo alla catalogazione bibliografica ma anche ai metadati che servono per eseguire ricerche bibliografiche sempre più complesse.
L’obiettivo è quello di aumentare la qualità dei dati per riuscire a gestire in maniera efficace la complessità della registrazione bibliografica (nuove regole di catalogazione REICAT ispirate dal modello logico di FRBR) e ricostruire correttamente l’unità delle descrizioni bibliografiche relative ora non più soltanto all’edizione,
ma all’opera, all’espressione, alla manifestazione e alla copia.
L’attenzione rivolta alle aspettative dell’utente del catalogo online diventa estremamente importante. Lo stesso report di OCLC rileva in maniera alquanto impietosa lo scollamento tra il mondo professionalizzato dei bibliotecari e quello più concreto degli utenti. Senza un’efficace integrazione di questi due mondi saremo sempre più lontani dal soddisfare le reali esigenze degli utenti, che ormai hanno superato la fase primordiale di voler semplicemente “trovare” un documento: dobbiamo essere in grado di dare loro tutti gli strumenti necessari per scoprire l’esistenza di tutto un universo bibliografico collegato ad una semplice query di richiesta.